Typique

Scopri l'isola di Djerba ed il Deserto altrimenti, come non l'avete mai fatto ...Contate sulla competenza degli esperti per farvi godere la magia di questa isola ed il sud della Tunisia in modo autentico e tipico.
  Idea:

Intraprendere un viaggio di relax e lontano dei turisti nel vero senso. Condividi la scoperta di questo paese con un piccolo numero di partecipanti (massimo 12 persone nel gruppo e quattro persone per jeep) per esplorare meglio questa magica isola e questo magnifico deserto e scoprire i segreti che essi contengono.

In primo luogo, uno entrerà nella vita quotidiana della gente del paese per parteciparci; esplorare le usanze e le tradizioni e la cultura e quindi scoprire una civiltà attraverso ciò che è tipico e autentico. Scoprite il sud della Tunisia a rimanere con gli indigeni (abitanti del paese) modifica sensibilmente l'approccio di restare in turismo classico.

  Allora partecipando alle attività offerti su base volontare, l'atmosfera del gruppo sarà più simpatico. È possibile proporre altre attività  con l’accordo dell resto del gruppo.


Il mio obiettivo:

Il nostro obiettivo è quello di portare il cliente nella vita quotidiana e di parteciparci. Dato che il viaggio è l'arte dall’ incontro, come si dice, vi consigliamo di trascorrere una settimana con noi in cui è possibile condividere un'idea, un punto di vista, di condurre una discussione con le persone religiose del luogo e alla fine scambiare  una cultura. Il nostro obiettivo è quello di aiutarvi di uscire dalla "prigione" degli alberghi e dell’incontro non desiderato di altri turisti e di offrirvi un soggiorno in una casa o una villa come le persone del luogo con una cucina Djerbina  megliore. Il nostro obiettivo è quello di trasformarvi in veri nomadi per vivere l'esperienza unica del deserto per due notti ed in veri “amazigh” (berberi di matmata) passando una notte in una casa trogloditica. E cosi dimenticherate lo stress totalmente ...
  Infine, il nostro obiettivo è quello di trasmettere le seguenti quattro fasi:

il primo passo
è quello di visitare i più bei posti ed i meno frequentati dai turisti. Il piccolo numero di partecipanti  ci aiuta ad esplorare meglio i  siti visitati. Andare ai luoghi "classici", in cui centinaia di turisti ci incontrono non fa parte delle priorità del nostro viaggio. La nostra esperienza dimostra che molti viaggiatori si trovano a fare un peccato che in luoghi in cui la frase "è troppo turistico" è comune. Questo è il motivo per cui abbiamo scelto un alloggio in una casa e non per l'hotel. Cioè sfuggire alla folla.

Il secondo passo è quello di immergersi totalmente nella vita locale, cercando di entrare nella vita quotidiana degli abitanti del paese e il tipico aspetto di tutto ciò che fanno. Infine, a vivere la stessa aliquota come nativi. Pertanto, la partecipazione volontaria dei membri del gruppo è desiderata in tutte le attività. Partecipare a tali colloqui, canti e danze intorno al fuoco, prendere parte alla preparazione dei pasti. ...

Il terzo passo è quello di lasciare il tempo di scoperta .... Visitate i siti senza essere premuto per il tempo si ferma ... di solito le visite sono molto brevi e quindi non si lascia abbastanza tempo per godersi la magia del posto. Ma questo non è il caso con noi. noi scopriamo da vicino la scena e la visita la facciamo tranquillamente perché non è "entrare a vedere le cose in un  minimo di tempo" che ci interessa, ma scoprire la vita quotidiana degli abitanti del posto. Non è il fatto di entrare in una  casa troglodita per scattare una foto all'interno e dopo un breve periodo di tempo  si esci, ma con noi la  visita è molto più lunga: passiamo  tutta la notte e ci trasformiamo in veri e propri "Amazigh (berbero di Matmata). Non si tratta di vivere in una tenda o in un campo circondato da condizionata civiltà, e dire: "mi sono recato nel deserto", ma i progressi nel Sahara a piedi sulle dune, la scoperta dell”ERG orientale della tunisia con il suo fascino nascosto dietro il silenzio ed il fatto di montare la tenda da solo cambia tutto il discorso! ( Un ERG in arabo عرق `irq è un deserto di dune, in particolare le zone di dune fisse solo con la sabbia superficie è continuamente rimodellato dal vento. Erg se la parola è stata adottata nel linguaggio internazionale geografica, vengono utilizzati altri termini: nel Sahara, Tuareg uso la parola edeyen, libici parlare Ramla, Arabia e l'Asia centrale, la popolazione locale si riferiscono a secondo i termini della Nefoud e Koum.
gli erg sono circa il 20% del Sahara. Alcuni iniziò a forma durante il Pleistocene. La maggior parte sotto forma di cuvette da accumulo di detriti trasportati dal wadi. Essi sono relativamente stabili. Solo le cime delle dune stanno cambiando sotto l'azione dei venti. In caso di pioggia, possono accumulare acqua e forma zone di pascolo. Questi includono il grande erg occidentale, il Grand Erg Orientale Erg i Guide o erg Chech notevoli settori di occupazione in Algeria e erg Ténéré in Niger.)
Infine, non montare in grandi navi chiamati "pirata" per far una uscita in mare ed essere  dopo "impilati" su un'isola con almeno 400 persone, ma si andrà a fare una passeggiata al mare e al passaggio su una piccola isola meno frequentata ma altrettanto tipica e affascinante organizzando una grigliata di pesce  avendo cura di organizzare tutto da soli. Ancora una volta come i residenti locali. Cioè fare lo shopping, in particolare l'acquisto di tutti gli ingridienti per la preparazione per il pesce alla griglia e l’insalata tunisina...

Il quarto passo è quello di offrire una cucina nazionale in particolare a livello locale,  e di scoprire le particolarità culinarie del paese. Tuttavia, le proposte dei membri del gruppo per cercare altre specialità sono le benvenute... Siamo aperti a tutte le proposte.

© DjerbaTypique - Tous droits réservés